Fase 2 Dieta Proteica Minci Délice: Transizione

Fase 2 Dieta Proteica Minci Délice: Transizione

In uno degli ultimi post del blog vi avevo lasciato parlandovi della dieta Minci Délice, iniziata ormai oltre un mese fa.
Riepilogando brevemente, si tratta di una dieta iperproteica, rapida ed efficace, suddivisa in 3 fasi, in cui inizialmente vengono eliminati zuccheri e carboidrati, per poi essere reintrodotti a poco a poco nelle successive fasi; per saperne di più vi invito a leggere l’apposito articolo in cui spiego per bene di cosa di tratta e di come funziona.
Il programma seguito da me prevedeva 28 giorni di dieta, suddivisi in 14 giorni di Fase 1 (Dimagrimento), 10 di Fase 2 (Transizione) e 4 di Fase 3 (Mantenimento).
In realtà, come anticipato nel vecchio post, ho deciso di prolungare la prima fase di una settimana, protraendola dunque per 3 settimane in totale, durante i quali  sono riuscita a perdere 5,2 kg.
Un ottimo e sorprendente risultato, che mi ha spronato ad intraprendere la seconda fase con tanta determinazione e motivazione.
La seconda fase, chiamata anche di Transizione, è molto importante: vengono reintrodotti a piccole dosi i carboidrati e gli zuccheri, l’organismo esce così dallo stato di chetosi, processo in cui era stato durante la prima fase e che ha permesso il rapido calo di peso.
Rispetto alla prima fase sicuramente l’appetito avvertito durante la transizione, sopratutto all’inzio, è superiore; nella Fase 1 infatti, la chetosi, che subentra a partire dal 3° giorno di dieta, riduce il senso di fame nonostante le piccole porzioni ed il regime ipocalorico.
Durante questa nuova fase però vengono reintrodotti alcuni alimenti fondamentali per una dieta completa e sana, e vi è la possibilità di un’alimentazione più varia e meno monotona.
Vengono così reinseriti la frutta, alimento fondamentale della dieta mediterranea, durante la colazione (da scegliere tra quella consentita), e i farinacei integrali a pranzo, che permettono pasti diversi e meno ripetitivi avendo la possibilità di variare tra pane, pasta, riso, farro etc.

Il Menu Tipo della Fase 2 è così suddiviso:
Colazione: 1 Prodotto Minci Délice + 1 porzione di frutta (tra quella concessa)
Pranzo: 1 porzione di farinacei o amidacea (50 gr)+ 1 porzione di Proteine + 1 porzione di Verdure (tra quelle concesse)
Merenda: 1 Prodotto Minci Délice
Cena: 1 Porzione di Proteine (carne o pesce tra quelli concessi) + 1 Porzione di Verdure (tra quelle concesse) + 1 porzione di latticino con 20% di grassi
Anche in questa fase pranzo e cena possono essere invertiti, ma è sempre meglio riservare il consumo di carboidrati durante i primi pasti della giornata.
Come è possibile evincere leggendo il menu, il consumo di prodotti Minci Délice viene ridotto da 3 a 2, destinando la loro assunzione durante la colazione e la merenda.
Questo nuovo menu mi ha permesso di variare di giorno in giorno l’alimentazione, consentendomi di consumare pranzi più elaborati e completi e riservandomi le pause golose e sfiziose durante la colazione e la merenda con i dolci, i dessert, e gli snack Minci Délice.
Ho così ad esempio avuto la possibilità di gustare un piatto di pasta con zucchine e gamberetti, o una bruschetta con tonno e zucchine grigliate, o ancora un panino con prosciutto e lattuga per pranzo.

pranzo

Al contempo ho sempre dato una sferzata di energia la mattina con la mia bella porzione di frutta e un prodotto Minci Dèlice che variavo a scelta tra wafer, brownie, bibita o biscotti… Per una colazione diversa ogni giorno.
Per la merenda ho spesso scelto i dessert cremosi più gustosi o gli snack salati come gli zippers e le chips, che mi hanno ricaricata durante le pause lavorative pomeridiane.

colazioni

Mi sono fin da subito abituata a questo nuovo regime, che doveva durare 10 giorni, ma che, avendo prolungato la prima fase di una settimana, per garantirne l’efficacia, ho protratto per ulteriori 7 giorni.
A differenza della prima fase, la fase di transizione è meno rigida, è infatti concesso qualche sgarro, che può essere rimediato facendo seguire, a quello in cui si ha esagerato, un giorno di dieta intensiva (fase 1).
La seconda fase, chiamata appunto di transizione, serve a mantenere il peso raggiunto durante la fase di dimagrimento, abituando il nostro organismo ad un’alimentazione sana ed equilibrata.
Durante questa fase è comunque possibile perdere ancora qualche chilo e perfezionare così la forma fisica raggiunta; nel mio caso in questi 17 giorni di Transizione, alternati ad alcuni di fase 1 per rimediare a qualche sgarro qua e là, ho perso ancora 1,8 kg, per un totale di 7 kg persi dall’inizio della dieta.
Il programma di 28 giorni promette una perdita di peso fino a 9 kg, ma credevo che ciò fosse possibile solo in caso di forte sovrappeso.
Quando ho iniziato il mio programma, non avrei mai pensato di riuscire a perdere questi chili, oscillando il mio BMI tra il normopeso ed il leggero sovrappeso, e potermi vedere “quasi” in forma durante l’estate.
Dico “quasi” perché per giungere al mio “peso forma” almeno altri 5 kg da perdere ci sarebbero, e mi riservo dunque di effettuare un nuovo programma dieteico Minci Délice alla fine dell’estate.
A seguire la Fase 2 il programma prevede una terza fase, il cui menu tipo corrisponde ad un’alimentazione equilibrata per riuscire a mantenere il proprio peso.
Il programma consiglia una durata di 4 giorni di questa fase di Stabilizzazione; è assodato però che se dopo questi 4 giorni iniziassi a nutrirmi in modo del tutto incontrollato, assumendo calorie ed alimenti in quantità smisurate, ritornerei al punto di partenza in un baleno.
E’ mia intenzione dunque seguire questo tipo di regime come standard quotidiano, visto la mia tendenza ad ingrassare, riducendo al massimo il consumo di alimenti poco sani o eccessivamente grassi, zuccherini e ipercalorici, riservando il loro consumo come coccola o premio ogni tanto.

mincidelice

Vista la mia esperienza decisamente positiva con Minci Délice, mi sento vivamente di consigliare il loro metodo dietetico e i loro prodotti a chiunque abbia bisogno di perdere alcuni o molti chili, e necessita di una mano, una guida, una spinta per iniziare!
Per mesi e mesi ho tentato di perdere i chili in eccesso, presi nell’arco di pochissimo tempo quasi 1 anno e mezzo fa forse dopo aver smesso di fumare, o non so per quale altro motivo, fallendo sempre.
Esserci finalmente riuscita grazie a Minci Délice mi rende orgogliosa di me, oltre che decisamente contenta e più sicura.
Il metodo Minci Délice è una guida al dimagrimento chiaro e semplice da seguire, un programma efficace che aiuta a prendere consapevolezza della propria alimentazione, delle giuste porzioni, e dei cibi migliori per la propria forma fisica.
Sono immensamente entusiasta di aver conosciuto Minci Délice, e i suoi prodotti semplicemente fantastici, deliziosi, gustosi e davvero buoni; facili da preparare e nutrizionalmente bilanciati, che ho adorato e che penso proprio continuerò ad usare durante il mio regime alimentare quotidiano.
Come vi ho anticipato nel primo post sulla dieta, alcuni integratori trattati dal sito Panda Phyto mi hanno accompagnata durante il mio percorso, e continuano a farlo.
Del primo integratore, il Drenante a base di gambi di ciliegia, vi ho già parlato nel precedente post; prossimamente, sempre restando in tema dieta, vi parlerò del Caffè Verde, dell’Ananas e della Garcinia e delle loro proprietà a supporto del dimagrimento.

Rispondi